logotype
Bruno Elpis Bruno Elpis Bruno Elpis Bruno Elpis Bruno Elpis

Le recensioni di Bruno Elpis

La cacciatrice di ossa di Kathy Reichs

Recensione di Bruno ElpisUna vera americanata, passatemi il termine, questo romanzo uscito dalla penna di Kathy Reichs, professione antropologa forense.
E pensare che il profilo professionale della protagonista (il medesimo dell’autrice) sarebbe un'ottima premessa per sviluppare una storia di suspense, ricca di dettagli scientifici che spesso intrigano il lettore sempre in cerca di curiosità e novità.
Valga, per i non addetti ai lavori, la seguente distinzione: “I patologi lavorano su cadaveri recenti o relativamente integri, per stabilire identità, causa del decesso, intervallo post mortem … Gli antropologi rispondono alle stesse domande nei casi in cui i tessuti siano assenti o compromessi e lo scheletro sia l’unica parte rimasta.”
“La cacciatrice di ossa”, dunque, è Temperance Brennan, antropologa forense che si destreggia tra ossa e scheletri con grande disinvoltura.
Il caso si apre in una discarica, ove viene ritrovato un cadavere in condizioni insolite: è stato infilato in un fusto con una colata di cemento. Così appare: “Un corpo nudo giaceva rannicchiato nell’acciaio inox. Le gambe erano flesse, le cosce strette al petto. La fronte premeva sulle ginocchia, i piedi puntavano in direzione opposte, con dita aperte in angolazioni innaturali. Un braccio era piegato all’indietro, l’altro teso verso l’alto con le dita irrigidite nell’atto di cercare una via di fuga.” ... http://www.qlibri.it/narrativa-straniera/gialli,-thriller,-horror/la-cacciatrice-di-ossa/

Viaggi e parole

Fuori dal cassetto” è un concorso “nato con l’intento di scoprire e promuovere opere inedite di autori italiani e stranieri esordienti o già affermati. L’obiettivo del concorso è di promuovere l’interesse per il libro fornendo occasioni di confronto fra autori e pubblico.”

Il tema prescelto per la prima edizione del concorso era “il viaggio”: “Il viaggio rappresenta per tutti l’occasione per fare nuove esperienze, per scoprire luoghi sconosciuti e incontrare persone e culture diverse, lontane dalla nostra quotidianità. Si viaggia per vacanza alla ricerca di luoghi esotici, per lavoro o soltanto con la mente nei luoghi e nel tempo. Il viaggio rappresenta in ogni caso un’occasione di evasione dalla realtà, una parentesi di vita da raccontare.”

Viaggi e parole” è disponibile anche in e-book ...

http://www.malgradopoi.it/letture-consigliate/viaggi-e-parole-raccolta-di-racconti-a-cura-dell-assciazione-culturale-testi-e-testi

Dopo lunga e penosa malattia, Andrea Vitali

Un romanzo di Andrea Vitali, EinaudiOvvero quando Andrea Vitali scrive in giallo!
Romanzo forse insolito questo, per l’autore bellanese che ci ha abituato a romanzi “non di genere” caratterizzati dal gusto di descrivere epoche della storia contemporanea (il fascismo de “La figlia del podestà” o de “La leggenda del morto contento”), il secondo dopoguerra di “Una finestra vista lago”, gli anni sessanta di “Un amore di zitella”) nell’interpretazione di personaggi che spesso sembrano fuoriuscire dall’operetta. In questa vicenda un medico curioso e interessato, Carlo Lonati, chiamato d’urgenza nella notte dai familiari dell’amico di sempre, il notaio Luciano Galimberti, sigla il certificato di morte dell’ex compagno di avventure indicando “morte naturale” come causa del decesso. Tuttavia, l’improvvisato detective coglie segnali e indizi ben precisi, dai quali sembra evidente che la morte è stata propiziata dall’intervento umano. Non ultimo un necrologio inappropriato: che senso ha, per un infarto, parlare di morte sopraggiunta “dopo lunga e penosa malattia”? ...

Dopo l unga e penosa malattia, recensione del libro di Andrea Vitali

La prima volta si scorda sempre (il meglio del NeroPremio)

Commento all'ebook gratuito In un mio precedente articolo, dopo aver celebrato la bellezza di un regalo immateriale ed economicamente non impegnativo, fornivo anche il consiglio di attingere agli e-book gratuiti disponibili sul web.

Eccovene dunque uno, assai particolare e dedicato agli amanti del genere noir e horror: ”La prima volta si scorda sempre” – Il meglio del NeroPremio XXIV a cura di Mariella D’Alessio. NeroPremio è un concorso organizzato da www.latelanera.com e questo e-book gratuito è appunto una selezione dei migliori racconti della 43esima edizione. Gli autori dei racconti sono, in ordine di apparizione, Davide Manenti, Diego Di Dio, il sottoscritto e, “last but not least”, Francesca Angelinelli. Degli autori, nei titoli di coda, viene fornita una breve biografia.

In questo commento accosterò le motivazioni illustrate nella prefazione dal presidente della giuria, Mariella D’Alessio, a qualche mia breve annotazione ...