logotype
Bruno Elpis Bruno Elpis Bruno Elpis Bruno Elpis Bruno Elpis

Le interviste di Bruno Elpis

Intervista a Fiorella Franchini, direttore editoriale di “Napoli on the road”

Fiorella FranchiniFiorella Franchini è, oltre che direttore di www.napoliontheroad.it, web magazine di cultura napoletana, arte e società,  autrice de “I fuochi di Atrani”, giallo  ambientato nella costiera amalfitana, e de “I fuggiaschi di Lokrum”, una storia ambientata nella ex Jugoslavia e negli orrori della guerra balcanica.
Con lei abbiamo parlato della sua attività di giornalista e e scrittrice.

Fiorella, se tu dovessi presentarti, di te diresti che…
Magari sapessi dir di me! E’ difficile…
Sono napoletana con un po’ di sangue della Tuscia. Amo scrivere fin da bambina. Ho vinto il mio primo concorso di poesia a dieci anni e non ho mai abbandonato la mia passione per la scrittura anche quando ho scelto di fare un lavoro che non ha molto a che vedere con una laurea in lettere moderne. Sono Cancelliere in Corte di Appello e, quando posso, sono anche addetto Stampa per il mio ufficio. Ho partecipato alla creazione del sito della Corte e ne sono il redattore. Sono sposata ed ho un figlio che fa il tifo per me… Ho pubblicato quattro romanzi, presento convegni e libri, ho vinto diversi premi letterari, e ho ancora un sacco di sogni nel cassetto…

Leggi tutto: Intervista a Fiorella Franchini, direttore editoriale di “Napoli on the road”

Intervista a Gaia Conventi: “Confidenze tra blogger”

GaiaLa prima parte dell’intervista la trovate a questo link.
Qui pubblichiamo la SECONDA PUNTATA.

1.       In Giramenti premetti: “Questo è un blog cattivo che non fa sconti di fine stagione”. E aggiungi: “Le stroncature sono il nostro pane”. Secondo te quanto ha influito un esempio come Sgarbi sulla nostra (plurale maiestatis, il conflitto mi fa soffrire) propensione alla vis polemica?
L'uomo è polemico, poi lo si tira dritto insegnandogli la buona creanza. Giramenti non ha preso niente da Sgarbi, il blog deve il suo essere caustico ai commentatori – sempre fantastici e adatti all'occasione – e ai miei post. Cattivi ma meditati. Non sparo mai nel mucchio, mi reputo dotata di buona mira.
E poi, su, diciamolo: alla gente piace scovare un po' di sana polemica sul web. Ma deve essere fatta con garbo... e senza sgarbi.

Leggi tutto: Intervista a Gaia Conventi: “Confidenze tra blogger”

Intervista a Gaia Conventi (prima parte)

Gaia Conventi
Gaia Conventi
(“già vincitrice del Myfest – Gran Giallo città di Cattolica”, così recita la fascetta sulla copertina del suo libro) è un’autrice satirica, oltre che blogger nota per la franchezza e la schiettezza delle opinioni che esprime.
Con “Giallo di zucca”, dà sfoggio di ironia e umorismo in una storia che oscilla a mo’ di pendolo tra normalità e surrealismo, nella magica cornice di Ferrara.
L’abbiamo raggiunta per parlare con lei: di lei, del suo romanzo. 

Il personaggio, la donna

1.       Nel tuo profilo FB ti definisci “grande capo augh presso Giramenti”. Nella definizione dobbiamo ritenere prevalente il tuo “essere capo” o la connotazione etnico-indiana?

Leggi tutto: Intervista a Gaia Conventi (prima parte)

Intervista a Dacia Maraini, nell’occasione della pubblicazione del suo ultimo romanzo: “ Chiara di Assisi. Elogio della disobbedienza”

Dacia MarainiIntervistare Dacia Maraini, protagonista indiscussa di una letteratura contemporanea della quale andiamo fieri, è una responsabilità. Ma è anche, e soprattutto, un piacere, dopo aver letto un’opera come “Chiara di Assisi. Elogio della disobbedienza”. Per alleggerirmi almeno in parte della responsabilità, decido di proporre le mie domande traendole, in senso letterale, attraverso citazioni, dal romanzo medesimo. Che pullula di quesiti: alcuni  ricevono riposte esplicite nel corso della narrazione, altri sembrano ottenere soddisfazione implicita, altri ancora rimangono sospesi, forse insolubili. A testimoniare la complessità culturale di un’icona del nostro tempo. 

1)      “Perché vuole che io scriva di Santa Chiara? E perché mette di mezzo me che sono così lontana dai santi?” Dacia Maraini scrive un romanzo su “Chiara di Assisi” stimolata da una ragazza siciliana che porta lo stesso nome della santa… Come nasce questa idea dal potente valore simbolico, che crea una forte connessione con l’attualità? 
Nasce da una lettera vera che ho ricevuta, come ne ricevo tante, che mi proponeva qualcosa di simile. Ho preso lo spunto da quella lettera. Anche se poi ho romanzato il personaggio e alla fine è diventato del tutto immaginario. 

Leggi tutto: Intervista a Dacia Maraini, nell’occasione della pubblicazione del suo ultimo romanzo: “ Chiara...